Ricostruzione di carriera e dichiarazione dei servizi, quando farla (facciamo chiarezza)

In questi giorni stanno circolando diversi articoli/post in cui si afferma che  “i docenti neoimmessi in ruolo dovranno adempiere tale obbligo entro il 30 settembre”.

Articolo 145 del Testo Unico 1973

L’art. 145 del DPR 1092/1973 (Testo Unico delle norme sul trattamento di quiescenza dei dipendenti civili e militari dello Stato) stabilisce che “Il dipendente statale, all’atto dell’assunzione in servizio è tenuto a dichiarare per iscritto tutti i servizi di ruolo e non di ruolo prestati in precedenza allo Stato, compreso il servizio militare o ad altri enti pubblici, nonché i periodi di studio e di pratica ed esercizio professionali di cui all’art. 13. La dichiarazione deve essere resa anche se negativa”. E precisa anche che “la documentazione relativa alle dichiarazioni di cui ai commi precedenti, ove non sia prodotta dall’interessato, è acquisita d’ufficio”.

Cosa succede a scuola

La norma non prevede termini perentori per presentare tale dichiarazione, pena eventuale decadenza dal proprio impiego, permette l’acquisizione d’ufficio della dichiarazione dei servizi e presenta pure la possibilità di ammettere “dichiarazioni integrative nel termine perentorio di due anni dalla data della dichiarazione originaria”.

Alla fine nelle scuole è invalsa la pratica di presentare la dichiarazione dei servizi, insieme alla richiesta di ricostruzione di carriera, l’anno scolastico successivo a quello di prova. Questa duplice dichiarazione dal 2017 si deve presentare su Istanze Online.

E quindi?

Il nostro consiglio è quello di adattarsi alle richieste della scuola in cui state svolgendo l’anno di prova. Se la segreteria ve lo chiede potete presentare la dichiarazione dei servizi, mentre comunque la richiesta di ricostruzione di carriera sarà da presentare il prossimo anno scolastico.

Se non ci sono richieste della segreteria potete tranquillamente compilare entrambe le istanze il prossimo anno scolastico.

Sorgente: da infodocenti.it

Esito individuazione destinatari contratti T.D. a.s. 2021/2022 da GAE e GPS

Pubblicazione degli allegati elenchi contenenti l’individuazione dei destinatari della proposta di stipula di contratto a tempo determinato per l’a.s. 2021/2022 nelle scuole di ogni ordine e grado con lingua di insegnamento italiana.

Gli interessati dovranno prendere servizio presso le Istituzioni scolastiche di assegnazione il 6.09.2021 salvo comprovati motivi oggettivi da comunicarsi tempestivamente al Dirigente Scolastico della scuola di assegnazione.

È data facoltà ai docenti inseriti anche nelle GPS di lingua slovena, e in posizione utile alla nomina dalle stesse, di chiedere al Dirigente scolastico della scuola con lingua italiana di assegnazione il differimento della presa di servizio all’esito delle convocazioni dell’Ufficio Scuole Slovene.

Integrazione delle disponibilità per le supplenze del personale docente scuole con lingua di insegnamento italiana

03/09/2021 – A seguito di sopraggiunte disponibilità, si ripubblica in data odierna il quadro delle disponibilità per le supplenze nelle istituzioni scolastiche con lingua di insegnamento italiana relative alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2021/22.  vai alla pagina del UAT GO

Rettifica delle disponibilità per le supplenze del personale docente scuole con lingua di insegnamento italiana della provincia di Gorizia a.s. 2021/2022

24/08/2021
A seguito di sopraggiunte disponibilità, l’UAT di Gorizia ha comunicato che viene ripubblicato il quadro delle disponibilità per gli incarichi a tempo determinato nelle istituzioni scolastiche con lingua di insegnamento italiana di ogni ordine e grado della provincia di Gorizia per l’anno scolastico 2021/22.
 

Assunzioni a tempo indeterminato e determinato scuole di lingua slovena.

Si informa che i contratti a tempo indeterminato e determinato per le scuole con lingua d’insegnamento slovena verranno conferiti in presenza e non con la procedura informatizzata prevista per le scuole con lingua d’insegnamento italiana.
Le date per le convocazioni saranno comunicate prossimamente.
Ufficio per l’istruzione in lingua slovena